Ancora nessun commento

Statuto, strumenti digitali, registro volontari, volontario continuativo/temporaneo e gli oneri assicurativi. Quello che c’è da sapere per entrare nel Terzo Settore.

A partire dal 23 febbraio l’Ufficio Regionale del RUNTS contatterà i circoli coinvolti nel processo di popolamento automatico del nuovo registro per accertarne l’idoneità e in caso di esito positivo confermare l’istanza di iscrizione, dotando così l’ente della qualifica di Ente del Terzo Settore.

A contatto avvenuto il circolo avrà a disposizione 60 giorni per dare seguito alle richieste che il RUNTS inoltrerà all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’ente. In mancanza di un indirizzo di posta certificata la “chiamata” del RUNTS avverrà con il tramite della “rete associativa”, ovvero dal nazionale al territoriale e dal territoriale al circolo.

I circoli NOI “extra territoriali”, affiliati a NOI Verona con sede legale in regioni diverse dal Veneto, accederanno al RUNTS con lo stesso meccanismo: trasmigrazione automatica dall’albo nazionale e regionale delle APS al nuovo Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. In questo caso il contatto tra RUNTS ed Ente avverrà necessariamente con il tramite della “rete associativa”, ovvero da NOI Verona.

Forse è utile elencare ciò che si deve fare per rispondere prontamente alle richieste del RUNTS:

  1. Adeguamento dello Statuto al D.lgs. 117/2017: NOI Verona tra il 2019 e il 2020 ha stampato più di 400 statuti (doppia copia) adeguando giuridicamente 200 enti in vista dello storico popolamento del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Condizione necessaria per accedere al RUNTS è il possesso di uno statuto adeguato alle disposizioni del Codice del Terzo Settore. Gli enti che al momento del contatto del RUNTS non risulteranno in possesso di uno statuto adeguato al CTS (lo statuto precedente risponde alla disciplina 383/2000, abrogata dal Codice del Terzo Settore) avranno a disposizione 60 giorni per rispondere, ma comunque con statuto conformato entro il termine ultimo prorogato del 31 maggio 2022 (contattare la segreteria NOI Verona APS).
    Statuto

  2. Pacchetto Digitale per accedere al RUNTS: SPID o CIE, Firma Digitale e PEC rappresentano il pacchetto digitale senza il quale non è possibile accedere, e quindi gestire, la propria utenza associativa nel Registro Nazionale.
    L’accesso al RUNTS è possibile esclusivamente tramite identificazione digitale del legale rappresentante. Il ministero non esclude in futuro la possibilità di delegare un amministratore. Definiamo gli elementi digitali:
    SPID (sistema pubblico di identità digitale) o CIE (carta di identità elettronica): sistemi di identificazione digitale della persona fisica. Entrambi i sistemi di identificazione sono strettamente personali, devono essere intestati al legale rappresentante.
    Firma digitale: “consente di scambiare in rete documenti con piena validità legale” (Agid). Deve essere richiesta dal legale rappresentante dell’ente. La firma digitale deve essere applicata ai documenti caricati nella piattaforma RUNTS.
    PEC: l’account di posta elettronica certificata è un dato richiesto nell’istanza di iscrizione al RUNTS perché unico mezzo di comunicazione certificata tra Ente del Terzo Settore e Pubblica Amministrazione.
    La proprietà della casella PEC. Deve essere di proprietà dell’ente e allineato al legale rappresentante in carica, avendo quindi cura di aggiornare il provider con l’identità del presidente eletto.
    SPID – Firma digitale | PEC | firma digitale: prestatori servizi fiduciari italiani

  3. Rendiconto economico (enti con introiti < 220 mila euro): il rendiconto economico deve essere approvato dall’assemblea entro il 30 aprile e caricato in piattaforma entro il 30 giugno. Il modello del rendiconto in formato excel, la guida e il piano dei conti sono disponibili in area riservata noihub.it

    Entro il 30 giugno 2022 il circolo deve caricare in piattaforma gli ultimi 2 rendiconti accompagnati dal verbale di approvazione:
    • Il rendiconto 2021 deve essere compilato seguendo lo schema del modello C (per cassa);
    • Il rendiconto 2020, non dovendo rispondere necessariamente alle richieste del RUNTS, può essere predisposto su di uno schema differente.
    • Il file del rendiconto deve essere salvato in formato xbrl, formato elettronico contabile disponibile come salvataggio in excel, e firmato digitalmente prima di essere caricato in piattaforma.
    Schemi di bilancio

  4. Registro Volontari: il 24 gennaio abbiamo predisposto una comunicazione in cui raccomandavamo di vidimare il Registro Volontari e di farlo preferibilmente entro fine anno.
    DA VEDERE: Il Registro Volontari, 21 gennaio 2022 | Informativa del 24 gennaio: “Registro Volontari

  5. Assicurazione Volontari: il 4 febbraio abbiamo pubblicato l’informativa “Introduzione alla Riforma del Terzo Settore”. Segnaliamo la sezione Faq in apertura dell’articolo che risponde a domande ricorrenti sul Registro Volontari e alla copertura assicurativa.
    DA VEDERE: Assicurazione volontari, 21 gennaio 2022

IN EVIDENZA