Ancora nessun commento

Erogazioni a favore di enti pubblici e privati con finalità solidaristica

In questo periodo di estrema emergenza sanitaria caratterizzato dalle terapie intensive al collasso, dalle centinaia di morti per infezione da Coronavirus, dalla corsa alla ricerca del vaccino, sono molte le persone che sentono la necessità di aiutare chi è in difficoltà e la comunità attraverso il volontariato e le donazioni.

Certamente anche i rappresentanti dei Circoli NOI sono allarmati e ci contattano per conoscere il modo corretto per permettere al Circolo di sostenere economicamente le numerose realtà impegnate nella raccolta fondi per fronteggiare la pandemia (alcune realtà impegnate in prima linea: Croce Rossa, Regioni, Protezione Civile, Avis | alcuni enti/aziende impegnati/e nella raccolta fondi: gruppo editoriale Athesis con #aiutiAMO Verona, Reale Mutua, ecc…).

Con questa informativa, si vuole rispondere alle richieste su come comportarsi in merito alle erogazioni liberali, nel rispetto della Legge e dello Statuto dei Circoli.

Due sono le ipotesi, la prima è legittima, la seconda è sconsigliata ma risponde alle domande sollevate dai rappresentanti dei circoli in questi giorni:

1 RACCOLTA PUBBLICA DI FONDI. Il Consiglio del Circolo NOI promuove una raccolta pubblica di fondi finalizzata a finanziare enti pubblici o privati che svolgono attività solidaristica in questa fase emergenziale. L’ipotesi, infatti, rientra tra le finalità solidaristiche previste dallo statuto.
La decisione può essere assunta direttamente dall’organo amministrativo e occorrerà osservare gli adempimenti previsti: individuazione del progetto, ente da finanziare, rendicontazione separata di entrate e spese relative alla raccolta fondi rispetto alle altre attività patrimoniali del Circolo.


2 DEVOLUZIONE DEL PATRIMONIO. Il Consiglio del Circolo delibera la devoluzione di una somma (risorse patrimoniali e/o avanzi di gestione).
Per il divieto di cui all’art. 8, commi 1 e 2, e per la sanzione amministrativa pecuniaria art. 91, comma 1, tale ipotesi è improponibile. L’erogazione di fondi o avanzi di gestione, soggetta a condizioni che non si possono eludere senza rischio di pesanti sanzioni introdotte dal Codice del Terzo Settore, è solo teorica. Diventerebbe possibile solo su parere confermativo da parte dell’Assemblea appositamente convocata e avrebbe validità per i Circoli che hanno già provveduto a registrare lo Statuto conformato al D.Lgs. 117/2017; nello statuto precedente, infatti, non è prevista l’erogazione di denaro a sostegno di persone svantaggiate o di attività di interesse generale.


Terminiamo con una raccomandazione per il privato cittadino che desidera effettuare una donazione:
In questo momento le realtà impegnate in attività di raccolta fondi sono migliaia. Per evitare di disperdere il proprio contributo economico è buona norma informarsi bene prima di procedere con una donazione verificando che la raccolta fondi sia stata accreditata e che l’iniziativa sia stata accettata dal beneficiario, in ultimo se è prevista la detrazione dell’importo erogato.

In tal senso la Polizia di Stato raccomanda quanto segue:

1) Le raccolte di fondi a scopo benefico necessitano di autorizzazione da parte dell’ente pubblico al quale la somma è destinata e che in genere la pubblicizza sulle sue pagine ufficiali;

2) Pur essendo possibile che una raccolta fondi non autorizzata possa poi effettivamente giungere al destinatario indicato, è importante che il cittadino, prima di effettuare la donazione, verifichi se sulla pagina ufficiale del destinatario delle somme sia pubblicizzata l’iniziativa, facendo quindi riferimento alle coordinate bancarie indicate nella pagina ufficiale, che potrebbero essere differenti da quelle dell’iniziativa di cui è venuto a conoscenza;

3) In caso di dubbio è importante non lasciarsi scoraggiare, ma contattare gli uffici della Polizia Postale e delle Comunicazioni sul territorio (facilmente rintracciabili sul web) o rivolgersi al sito ufficiale della Polizia Postale e delle Comunicazioni, raggiungibile all’indirizzo www.commissariatodips.it

Print Friendly, PDF & Email

commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.