commenta

Riflessione sul progetto editoriale

Con L’Arena di domenica 24 dicembre, i Circoli NOI che hanno avuto il privilegio di “mostrarsi” agli abitanti di Verona sono già undici.

L’iniziativa del quotidiano veronese ha preso velocità e “si nota” molto. Bisogna riconoscere che il redattore è un professionista della carta stampata. NOI Verona riconosce al dr Gian Battista Muzzi sensibilità, attenzione e capacita di “centrare” l’evento e di renderlo notizia.

Ogni domenica dopo l’altra, circolo NOI e parrocchia ospitante diventano protagonisti di due pagine intere sul quotidiano veronese a più larga diffusione. Dall’impostazione redazionale sia il circolo che la parrocchia sono raccontate negli aspetti più caratteristici, e negli ambiti più significativi, con abbondante dettaglio di cronaca locale e relativa iconografia.

Dobbiamo riconoscere che l’idea, partita da L’Arena, ha un effetto prorompente e straordinario. Lo si deduce dalle reazioni che ci arrivano: “Ma chi siete? come fate? come potete?” eccetera. In effetti siamo solo NOI, e NOI non facciamo nulla più di quanto viene scritto sul giornale, e non abbiamo poteri occulti o straordinari.

L’unica cosa che facciamo è di renderci disponibili alle richieste del Redattore, e l’impegno da parte dei singoli circoli di acquistare almeno 50 copie del numero interessato al Circolo. Inizialmente ci fu anche una discussione su questo impegno che pur non essendo formalizzato è il minimo che tutti possono permettersi: con un investimento di appena 70 euro (50 copie x € 1,40) il Circolo dispone i due pagine intere che al costo di mercato valgono non meno di 5.000 copie del giornale.

 

Invia un commento