Informazioni sulla Licenza Ombrello: MPLC e SIAE

La procedura denominata “Licenza ombrello” è una combinazione di risposte offerte alle parrocchie per lo svolgimento legalizzato di video proiezioni in ambito parrocchiale.

licenza ombrello

Coinvolti nel progetto sono due enti:

  1. MPLC per i diritti di produzione e distribuzione dei film
  2. SIAE per i diritti d’autore sulle colonne sonore dei film.

Entrambi gli enti hanno regolamentato la licenza, entrambi inserendo discrezionalità che complicano un’agevolazione che avrebbe potuto essere meno problematica.

Tuttavia, bisogna ammettere che dopo settant’anni dalla introduzione del diritto d’autore nella legislazione italiana, finalmente si ha un’apertura che libera il settore educativo, formativo, d’intrattenimento dalla pesantezza dell’illegalità, dell’abusivismo, dell’evasione.

MPLC offre la “Licenza ombrello” alle parrocchie o, in alternativa, agli enti che operano in ambito parrocchiale, sempre con assenso rilasciato dal parroco, e legalizza tutte le video proiezioni effettuate all’interno della parrocchia. Si tratta di ambito amplissimo che risponde adeguatamente alle esigenze pastorali, educative, sociali.

SIAE concede un abbonamento annuale all’utilizzo di opere cinematografiche in ambito parrocchiale, ponendo però qualche presupposto assolutamente improprio o quanto meno eccessivo: non prevede l’allargamento alle video proiezioni degli enti associativi che orbitano nella parrocchia, l’utilizzo delle opere filmiche dev’essere solo “parziale”, ed “effettuate in modo complementare all’attività pastorale e di catechesi”. Per l’accesso all’agevolazione sarà indispensabile provvedersi della comunicazione dell’Ufficio Accordi della SIAE di Roma, da presentare agli uffici periferici.


Con la Licenza Ombrello si può:

  1. Utilizzare le opere dei produttori affiliati su qualunque supporto video originale (DVD, VHS, Blu-ray, file) disponibile in commercio, per le sole esibizioni pubbliche non-commercial, senza alcuna limitazione nella frequenza;
  2. Pubblicare generiche informazioni riguardanti le attività e le proiezioni purché non ci sia alcuna specifica indicazione relativa al titolo dell’opera;
  3. Informare i parrocchiani degli eventi tramite newsletter;
  4. Esporre la locandina dei video proiettati, ma esclusivamente all’interno dei locali della Parrocchia.

Con la Licenza ombrello non si può:

  1. Promuovere i titoli su media diretti al grande pubblico (quali sito web, facebook, radio, tv, comunicati stampa, giornali, volantini,ecc);
  2. Richiedere il pagamento di un corrispettivo specificatamente inteso per la proiezione, fermo restando la facoltà istituzionale di richiedere offerte volontarie;
  3. Copiare, editare, masterizzare le opere o utilizzare copie non munite del contrassegno SIAE inteso per la proiezione.

MPLC e SIAE impongono l’obbligo di gratuità delle proiezioni; l’abbonamento prevede il pagamento anticipato delcanone o compenso.

 

Si consiglia di approfondire gli argomenti sui siti Internet di MPLC e di SIAE.

ingresso gratuito

Il sito Internet saledellacomunita.it propone la Licenza Ombrello in portale dedicato, documentato, coordinato, esaustivo. Alcune informazioni sono accessibili solo per chi sottoscrive l’abbonamento.


Per sottoscrivere l’abbonamento Licenza Ombrello® MPLC

La Licenza Ombrello® Parrocchie è lo strumento per legalizzare le visioni pubbliche non-commercial di film e altri programmi video effettuate nei locali delle parrocchie a titolo gratuito, in modo sussidiario alle attività pastorali ed i cui titoli non siano pubblicizzati. La Licenza ha durata pari a 12 mesi ed è rilasciabile alla Parrocchia o ad altro Organismo operante al suo interno.

La tariffa è annuale e prevede due fasce in base alla popolazione di riferimento della parrocchia:

• parrocchia con popolazione <3.000: € 366,00 iva compresa 

• parrocchia con popolazione >3.000: € 549,00 iva compresa 

Le tariffe sono da intendersi oltre Iva.

Per compilare il Modulo di Adesione cliccare qui

La Licenza Ombrello® garantisce l’assolvimento degli obblighi previsti dal diritto d’autore verso i produttori/distributori cinematografici affiliati per tali utilizzi; per la regolarizzazione delle colonne sonore inserite nelle opere invece, qualora sprovvisti, occorre l’autorizzazione SIAE, da richiedere al proprio ufficio di zona (CONTATTARE NOI VERONA PRIMA DI SOTTOSCRIVERE LA LICENZA)

Link utili:

I commenti sono chiusi .